Il potere della Vallonia! (ITA)

Un paio di giorni fa, facevo notare come paresse goffo e inefficace il sistema politico dell’Unione Europea. Non ho nemmeno fatto in tempo a finire di scrivere la suddetta frase, che leggo questa notizia: la Vallonia (si, la Vallonia) ha bloccato un accordo commerciale con il Canada già firmato e approvato da tutti gli altri membri dell’unione. Per capirci meglio, la Vallonia non è uno stato. la Vallonia è la regione francofona del Belgio dove vivono circa 3 milioni di persone, ha un proprio parlamento ed è una comunità storicamente tendente al socialista. In Belgio i tre parlamenti (rispettivamente di Bruxelles, delle Fiandre e della Vallonia) devono ognuno approvare qualsiasi legge o accordo prima che il governo centrale possa provvedere a ratificare o emanare. 

La trattativa tra Canada e UE, andata avanti per sette anni, riguarda la firma di un accordo commerciale chiamato CETA (accordo economico e commerciale comprensivo) che ridurrebbe di un incredibile 98% le tariffe commerciali e che prevede un aumento degli scambi del 20% tra l’Unione europea e il Canada, aumentando gli introiti  e allo stesso tempo aiutando le piccole imprese. Il CETA ha ovviamente i suoi detrattori, ma possiamo dire con certezza che, a differenza del TTIP, la stragrande maggioranza degli europei (27 su 28 governi, per l’esattezza) sono pronti a firmare l’accordo… se non fosse per la Vallonia.

Un non-stato sta attualmente impedendo a tutti gli altri paesi dell’Unione di firmare quello che è considerato per lo più un accordo estremamente vantaggioso. Ecco alcuni numeri che ci dovrebbero aiutare a capire quanto sia paradossale la situazione:


Popolazione Canadese: 36,3 milioni
Popolazione dell’UE: 508 milioni
Popolazione della Vallonia: 3 milioni


La volontà di 3 milioni di persone contro la volontà di 544 milioni di persone attraverso due continenti diversi. Si tratta forse di un perfetto esempio di “eccesso di democrazia”? E’ giusto che una singola comunità in un singolo stato possa tenere in scacco altre 28 nazioni, con implicazioni ben oltre quelle economiche. L’UE può essere considerato un partner commerciale affidabile se possono crearsi situazioni come questa?


A prescindere dalle ripercussioni su 544 milioni di persone tra Europa e Canada, di una cosa possiamo essere certi. Che nel frattempo 3 milioni di persone in Wallonia staranno celebrando il trionfo della democrazia …

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s